Mpumalanga, la “Svizzera sudafricana”

 Blyde River CanyonBourke's Luck PotholesLa provincia dello Mpumalanga (“Luogo del Sole Nascente”) è in generale poco conosciuta dai turisti stranieri. Attratta dal fascino primitivo del Kruger National Park, infatti, la maggioranza dei visitatori imbocca direttamente la highway da Johannesburg in cerca di escursioni naturalistiche e safari trascurando quasi del tutto i numerosi motivi d’interesse della provincia.

Blyde River Canyon La principale attrattiva dello Mpumalanga è rappresentata dall’enorme Blyde River Canyon, che si insinua spettacolarmente nel Drakensberg Escarpment (Scarpata del Drakensberg). Tutt’intorno ci sono montagne, fiumi, cascate e tratti ammantati da fitte pinete che la rendono una meta di assoluto valore per chi ama discendere le cascate in corda doppia, tuffarsi dalle scogliere, praticare il rafting, il tube-rafting o la canoa sui fiumi e fare escursioni a piedi o in bicicletta. Chi invece non è portato per le attività estreme potrà darsi al più tranquillo sport della pesca alla trota sui begli altopiani che circondano la cittadina di Dullstroom. Oppure potrà immergersi nella storia della regione nel villaggio di minatori di Pilgrim’s Rest (ora trasformato in museo vivente) o nell’affascinante cittadina di Barberton, un tempo meta della corsa all’oro.

Blyde River Canyon Il basso veld caldo e secco intorno al Kruger ospita le tranquille località di White River e Hazyview, piuttosto vicine alle entrate del parco, ma abbastanza lontane da avere una loro eccellente varietà di lodge e attività naturalistiche. Da Nelspruit, il Kruger è a breve distanza, come del resto il confine con il Mozambico e lo Swaziland. All’estremità meridionale della provincia si trova Piet Retief, un comodo punto di passaggio per chi è diretto al KwaZulu-Natal.