I maestosi templi di Tikal (Guatemala)

TikalTikal. Imponenti piramidi svettano sulla volta della giungla e catturano la luce del sole.

TikalScimmie urlatrici si dondolano rumorose sui rami degli alberi secolari, mentre pappagalli e tucani dai colori sgargianti saltano di ramo in ramo emettendo grida rauche.

Quando il melodioso canto di qualche misterioso uccello della giungla diminuisce d’intensità, si percepisce in sottofondo il gracidio delle raganelle.

TikalSicuramente l’aspetto più straordinario di Tikal è costituito dai suoi ripidi templi, alti più di 44 metri.

Ma Tikal è diversa da Copán, Chichén Itzá, Uxmal e dalla maggior parte degli altri grandi siti maya perché si trova nel cuore della giungla.

TikalLe sue numerose piazze sono state ripulite dagli alberi e dai rampicanti, i suoi templi sono stati riportati alla luce e in gran parte restaurati, ma per andare da un edificio all’altro bisogna passare sotto la fìtta volta della foresta pluviale.

L’odore intenso della terra e della vegetazione, il silenzio e i rumori degli animali, tutto contribuisce a un’esperienza che nessun altro importante sito maya è in grado di offrire.

TikalSi può visitare Tikal con un’escursione in giornata da Flores o El Remate. Si può persino fare una visita veloce in aereo da Ciudad de Guatemala con uno dei voli che collegano l’aeroporto di Flores alla capitale. Ma Tikal è talmente vasta che sono necessari almeno due giorni per vedere in modo approfondito anche solo i monumenti principali.

TikalLa cosa migliore è visitare le rovine due volte, arrivando la prima volta nel tardo pomeriggio e la seconda di primo mattino, quando i turisti sono meno numerosi e gli animali della giungla più attivi.