La Paz (Bolivia), città fra le nuvole

La PazNuestra Señora de La Paz è inebriante sotto molti aspetti, non solo per la sorprendente altitudine (3660 m s.l.m.), ma anche per la sua eccentrica bellezza.

La PazLa maggior parte dei viaggiatori entra In questa città straordinaria attraverso la spianata desolata della tentacolare El Alto, che nasconde alla vista la meravigliosa apparizione della valle sottostante. Il primo scorcio su La Paz toglie letteralmente il respiro, con gli edifici della città aggrappati ai fianchi del canyon in modo spettacolare. Nelle giornate limpide, sullo sfondo si staglia il Monte lllimani (6402 m), innevato e imponente.

La PazSe Sucre rimane la capitale costituzionale, La Paz -la città più grande della Bolivia, centro del commercio, della finanza e dell’industria- è la capitale amministrativa. Quanto a El Alto, è la capitale aymará: benché sia in realtà un’estensione del territorio urbano di La Paz, il continuo afflusso di immigrati -gran parte dei quali in cerca di lavoro- ha fatto sì che si sia trasformata In una delle città dell’America Latina con il più rapido ritmo di crescita.

La PazAssaporare richiede un po’ di tempo, non solo per abituarsi all’altitudine, ma anche per scoprire i suoi mille volti: girovagare fra i vicoli e i vivaci mercati, lasciarsi incantare dai musei, chiacchierare con la gente del posto in un comedor o rilassarsi nei caffè alla moda.

La PazA causa dell’alta quota a La Paz sono necessari abiti pesanti per gran parte dell’anno, per lo meno la sera. D’estate (da novembre ad aprile) il clima può essere inclemente: il pomeriggio piove quasi sempre, il canyon si copre di nuvole e le strade scoscese spesso diventano torrenti in piena. D’inverno (da maggio a ottobre) le giornate sono leggermente più fredde, ma il sole picchia forte e la temperatura arriva anche a 20°C, mentre di notte spesso si scende sotto zero.