Botswana: esplorare il Delta dell’Okavango in mokoro

Delta dell'OkavangoUno dei modi migliori (oltre che uno dei più economici) per esplorare il Delta dell’Okavango è scivolare sulle sue acque a bordo di un mokoro (plurale mekoro), una bassa canoa tradizionale ricavata da un tronco d’ebano o di kigelia. Il popolo batswana però ha recentemente iniziato a costruire i mekoro in fibra di vetro: il principio alla base di questa scelta è che gli alberi d’ebano e di kigelia impiegano oltre un secolo a crescere, mentre un mokoro può durare appena cinque anni.

MokoroQueste imbarcazioni possono sembrare precarie, ma in realtà sono incredibilmente stabili e sono ideali per navigare nelle acque poco profonde del Delta. Hanno posto per due passeggeri e un bagaglio alquanto ridotto e sono spinte da un barcaiolo che sta a poppa e manovra un ngashi, una lunga pertica ricavata dall’albero mogonono.

MokoroSpesso la buona riuscita di un’escursione in mokoro dipende dall’entusiasmo dei partecipanti, dall’intesa che si crea tra di loro e dall’abilità del barcaiolo, la maggior parte dei quali parla almeno un po’ d’inglese, sa identificare le piante, gli uccelli e gli animali incontrati lungo il tragitto ed è in grado di illustrare la cultura e i miti degli abitanti del Delta. Spesso, però, si tratta di persone riservate e poco inclini alla comunicazione, pertanto può darsi che dobbiate fare parecchie domande per ottenere informazioni.

Mokoro 1Non aspettatevi di avvistare schiere di animali. Dal mokoro scorgerete certamente numerosi ippopotami e coccodrilli, e durante le passeggiate avvisterete frequentemente antilopi ed elefanti, ma le principali attrattive di un’escursione in mokoro sono la pace e la serenità che si avvertono scivolando sulle acque poco profonde del Delta.

MokoroUna gita di un giorno da Maun nel Delta orientale comprende di norma un tratto in fuoristrada di 2-3 ore tra andata e ritorno per raggiungere il punto di partenza, da 2-3 ore in mokoro (a volte di più nelle spedizioni di due o tre giorni) e da 2-3 ore di marcia.

All’inizio dell’escursione chiedete al barcaiolo che tipo di tragitto abbia in mente e concordate la durata massima degli spostamenti quotidiani in mokoro, dei tratti da percorrere a piedi e dei momenti di relax in campeggio, tenendo sempre presente che viaggiare in mokoro comporta una certa fatica per il barcaiolo.

MokoroInfine, ecco alcune cose da ricordare:

1) chiedete all’agenzia presso la quale avete prenotato l’escursione se siete tenuti a provvedere anche al cibo per il barcaiolo (in genere non è così);

2) portatevi un buon paio di scarpe da trekking, pantaloni lunghi per le passeggiate, un cappello, protezione solare e acqua in abbondanza;

Mokoro3) nonostante la poco invitante colorazione giallognola, l’acqua del Delta è potabile, a condizione che venga bollita o purificata;

4) quasi tutte le aree per campeggio sono naturali, quindi occorre provvedere a ripulirle da tutti i rifiuti e a bruciare la carta igienica;

Ippopotamo nell'Okavango5) attrezzatevi con indumenti caldi per la sera nel periodo da maggio a settembre;

6) la fauna selvatica può rappresentare un pericolo, quindi non avventuratevi mai in acqua da soli per una nuotata senza aver prima consultato il barcaiolo.